Corpo

 

"Tutte le parti del corpo che hanno una funzione, se usate con moderazione ed esercitate nell'attività per la quale sono deputate, diventano più sane, ben sviluppate ed invecchieranno più lentamente; ma se non saranno usate e lasciate inattive, queste diventeranno facili ad ammalarsi, difettose nella crescita ed invecchieranno precocemente"

(Ippocrate, VI - V sec. a.c.)

ATTIVITA’ MOTORIA E SPORT

Le parole di Ippocrate, vissuto tra il VI ed il V secolo prima di Cristo, descrivono in maniera semplice e chiara il fatto che il nostro corpo è fatto naturalmente per muoversi. "Muoversi" è quanto di più naturale ci sia fin da prima di nascere.
Il movimento è espressione corporea, psichica e spirituale.
Ma allora perchè tendiamo alla sedentarietà?
L’evoluzione ambientale e culturale dell’uomo lo ha portato nei millenni a modificare anche il suo stile di vita, passando da uomo-cacciatore a uomo agricoltore, infine ad uomo consumatore.
In passato l’uomo doveva cacciare per procurarsi il cibo o comunque, anche successivamente, doveva lavorare la terra per poter mangiare, mentre dal momento in cui il cibo è stato fruibile anche senza “lavoro fisico”, gli equilibri a livello di funzionalità dei muscoli e del corpo in generale, si sono modificati, portando ad un consumo di cibo non più collegato al suo consumo in termini di energia spesa per il movimento.
Ecco che l’attività motoria e lo sport, ancor prima che una funzione ludica, svolgono una funzione “terapeutica”, cioè di permetterci di far fare al nostro corpo ciò che è nato per fare: muoversi, nonostante o forse a maggior ragione per la sedentarietà che caratterizza la nostra epoca.

 

Le linee guida dell’organizzazione mondiale della sanità descrivono l’attività fisica come qualsiasi tipo di movimento corporeo prodotto dal sistema muscolo-scheletrico che produca un consumo di energie. Nell’attività fisica l’OMS include le attività svolte durante il lavoro, il gioco, lo svolgimento dei lavori domestici, il viaggiare e l’esser coinvolti in attività ricreative.
L’attività fisica migliora lo stato di salute, ma non va confusa con l’esercizio vero e proprio che ha piuttosto caratteristiche di pianificazione, è strutturato e ripetitivo ed ha lo scopo di migliorare o mantenere una o più componenti della forma fisica (fitness)

L’Organizzazione Mondiale della Sanità indica nelle sue linee guida che i bambini e gli adolescenti tra i 5 ed i 17 anni:
-    Dovrebbero svolgere almeno 60 minuti al giorno di attività fisica moderata o intensa
-    Un’attività fisica di durata superiore ai 60 minuti giornalieri comporterà maggiori benefici in termini di salute.
-    L’attività fisica svolta dovrebbe includere almeno tre volte a settimana attività che rinforzino i muscoli e le ossa.

Per quanto riguarda gli adulti tra i 18 ed i 64 anni, le linee guida dell’OMS sottolineano che:
-    Dovrebbero svolgere almeno 150 minuti (due ore e mezza) di attività fisica moderata o intensa nel corso della settimana, o svolgere almeno 75 minuti (un’ora ed un quarto) di attività fisica vigorosa o intensa nel corso della settimana, oppure un’equivalente combinazione di attività moderata e intensa/vigorosa.
-    Per maggiori benefici in termini di salute, gli adulti dovrebbero aumentare la loro attività fisica di moderata intensità a 300 minuti alla settimana (quasi 5 ore) o equivalente
-    Le attività di rinforzo muscolare che includano i maggiori gruppi muscolari (es.braccia, gambe ecc.) dovrebbero esser svolte per due o più giorni a settimana.

Infine per quanto riguarda gli adulti dai 65 anni in poi, l’OMS raccomanda che:
-    Dovrebbero svolgere almeno 150 minuti (due ore e mezza) di attività fisica moderata o intensa nel corso della settimana, o svolgere almeno 75 minuti (un’ora ed un quarto) di attività fisica vigorosa o intensa nel corso della settimana, oppure un’equivalente combinazione di attività moderata e intensa/vigorosa.
-    Per maggiori benefici in termini di salute, gli adulti dovrebbero aumentare la loro attività fisica di moderata intensità a 300 minuti alla settimana (quasi 5 ore) o equivalente
-    Coloro che hanno una ridotta mobilità dovrebbero svolgere un’attività fisica per migliorare l’equilibrio e prevenire le cadute, 3 o più giorni a settimana.
-    Le attività di rinforzo muscolare dovrebbero essere svolte coinvolgendo i maggiori gruppi muscolari (es.braccia, gambe ecc) 2 o più giorni a settimana.
L’intensità delle diverse forme di attività fisica varia in base alla persona. In ogni caso, per comportare un beneficio alla salute cardiorespiratoria, tutte le attività dovrebbero essere svolte per almeno 10 minuti consecutivi.

www.who.int

Un’attività fisica regolare anche ad intensità moderata, come il camminare, l’andare in bicicletta o il praticare qualche sport, comporta dunque significativi miglioramenti in termini di salute a qualsiasi età: il miglioramento della funzionalità muscolare e cardiorespiratoria, della salute funzionale e delle ossa. Riduce il rischio di ipertensione, di disturbi coronarici del cuore, di infarto, diabete, di diversi tipi di cancro (tra cui quello al seno ed al colon) e della depressione. Riduce il rischio di cadute e previene le fratture alle anche o vertebrali. E’ fondamentale per equilibrio delle energie fisiche e del controllo del peso.
D’altra parte l’insufficiente attività fisica è uno dei principali fattori di rischio per la mortalità globale e questo dato è in aumento in molti stati.
Circa il 23% delle persone sopra i 18 anni non è abbastanza attivo.
Inoltre un dato particolarmente interessante ha a che fare con il fatto che bassi livelli di attività fisica sono spesso correlati a maggior ricchezza della nazione (reddito elevato e minor attività fisica).
Spesso questa insufficiente attività fisica è dovuta all’inattività durante il tempo libero, oppure a comportamenti sedentari durante il lavoro o a casa.
(CIT. WHO guidelines)

In base a quanto esplicitato, si delineano ora con maggior chiarezza gli obiettivi che persegue MEsics: offrire diverse possibilità di praticare attività fisica nelle diverse fasce di età, tenendo conto delle specifiche esigenze e caratteristiche ad esse collegate.
Le attività motorie proposte spaziano da attività a moderata intensità, come il gruppo di cammino o la camminata con i bastoncini, fino ad attività a maggior intensità, come la corsa. Da attività aerobiche ad attività di potenziamento muscolare, cercando di offrire ai suoi soci la possibilità di praticare attività fisica in linea con le indicazioni dell’organizzazione mondiale della sanità, perseguendo un benessere globale attraverso il benessere fisico di ciascuno.

LE NOSTRE PROPOSTE:

GINNASTICA POSTURALE
GINNASTICA PER ADULTI
GRUPPO DI CAMMINO
GIOCO-SPORT PER BAMBINI